Skip to main content

Topic outline

  • RAZIONALE

    Il progetto si concentra sulla possibilità di creare un percorso dedicato che permetta al patologo, attraverso tecnologie informatiche e/o microscopi di nuova generazione, un supporto da remoto e real time nella valutazione microscopica di un campione prelevato in sala endoscopica. Questo percorso aumenterebbe la possibilità di ottimizzare la sessione di prelievo e completare nel miglior modo possibile la caratterizzazione molecolare del paziente con NSCLC, anche in assenza del patologo. 

    Difatti nell’era della medicina di precisione, la gestione ottimale del flusso di campionamento rappresenta un valore aggiunto soprattutto alla luce dell’incremento sempre più crescente del numero di markers predittivi di risposta alle target therapy. In contesti complessi come quello del tumore del polmone non a piccole cellule (NSCLC) in stadio avanzato, dove il volume di tessuto prelevato è spesso esiguo, i campioni citologici e piccole biopsie rappresentano la maggior parte del materiale a disposizione per l’analisi dell’Anatomia Patologica, per eseguire sia la diagnosi morfologica che la caratterizzazione molecolare predittiva di risposta a trattamenti specifici.